Rape and Revenge

Si definisce Rape & Revenge quel sottogenere del genere thriller appartenente al filone del cosiddetto “shock exploitation”, che, come suggerisce lo stesso termine, è un tipo di cinema volto a scioccare il pubblico, tramite l’uso di immagini esplicite che mostrano allo spettatore violenze, stupri ed omicidi efferati.
I film Rape & Revenge, in particolare, sviluppano la trama proprio attorno allo stupro (rape) di una o più malcapitate vittime (per lo più giovani ragazzine), al quale può seguire la morte. Se la vittima viene uccisa, la conseguente vendetta (revenge) verrà messa in atto da terzi a lei vicini (spesso i genitori), altresì se rimane in vita nonostante le violenze spesso si vendicherà con le proprie mani uccidendo i propri aguzzini.

"The Last House on the Left" (1972)

I film Rape & Revenge ebbero una buona diffusione soprattutto negli anni settanta in America. L’iniziatore del filone vero e proprio fu Wes Craven con il suo primo film The Last House on the Left (1972), che a sua volta prese dichiaratamente spunto da Jungfrukallan (1960) di Ingmar Bergman, uscito più di dieci anni prima. E’ da annotare però che un anno prima del film di Craven uscì Straw Dogs di Sam Peckinpah, che può essere considerato a pieno titolo uno dei must del filone nonostante se ne distacchi in parte come struttura (il protagonista uccide la banda di balordi del paese non per vendicare lo stupro della moglie, ma anche e soprattutto per altre ragioni). Un altro film storico del filone è lo svedese Thriller – En Grym Film (1973), di Bo Arse Vibenius, probabilmente la pellicola più artistica tra quelle elencate.
In Italia i registi che seppero meglio interpretare il genere furono Aldo Lado e Ruggero Deodato: il primo con L’ultimo treno della notte (1975), il secondo con La casa sperduta nel parco (1980).

"Thriller - En Grym Film" (1973)

Fimografia essenziale: 

  • Jungfrukallan (1960) di Ingmar Bergman
  • Straw Dogs (1971) di Sam Peckinpah ★
  • The Last House on the Left (1972) di Wes Craven ★
  • Shurayukihime (1973) di Fujita Toshiya
  • Thriller – En Grym Film (1973) di Bo Arne Vibenius ★
  • Death Wish (1974) di Michael Winner
  • L’ultimo treno della notte (1975) di Aldo Lado ★
  • Death Weekend (1976) di William Fruet
  • Lipstick (1976) di Lamont Johnson
  • Autostop rosso sangue (1977) di Pasquale Festa Campanile
  • I Spit on Your Grave (1978) di Meir Zarchi
  • La settima donna (1978) di Franco Prosperi
  • Vacanze per un massacro (1979) di Fernando Di Leo
  • La casa sperduta nel parco (1980) di Ruggero Deodato
  • Ms. 45 (1981) di Abel Ferrara
  • Sudden Impact (1983) di Clint Eastwood
  • Extremities (1986) di Robert M. Young
  • Dispara! (1993) di Carlos Saura
  • Freeze me (2000) di Takashi Ishii
  • Baise-moi (2000) di Virginie Despentes/Coralie Trinh Thi
  • Irréversible (2002) di Gaspar Noé
  • Kill Bill vol. 1 (2003) e Kill Bill vol. 2 (2004) di Quentin Tarantino

(★ = film must del genere)


>> Rape and Revenge movies recensiti su B-Movie Zone.

2 risposte a “Rape and Revenge

  1. pluto

    Ne manca uno: “Non violentate Jennifer”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...