“Squadra Antimafia” (1978)


Squadra Antimafia è un film poliziottesco del 1978, diretto da Bruno Corbucci. E’ il quarto della saga che vede come protagonista maresciallo Nico Giraldi, interpretato da Tomas Milian. Prima di esso uscirono Squadra AntifurtoSquadra antiscippo (1976) e Squadra Antitruffa (1977), e gli seguirono Squadra antigangstersAssassinio sul Tevere (1979), Delitto a Porta Romana(1980), Delitto al ristorante cinese (1981), Delitto sull’autostrada (1982), Delitto in Formula UnoDelitto al Blue Gay (1984).


Trama:

Venticello (Bombolo) ed alcuni suoi compari inscenano un colpo, facendo spogliare una donna loro complice davanti ad una finestra e mentre il guardone ammira, i ladri ripuliscono l’appartamento. Nei negozi di borgata un siciliano va a riscuotere il pizzo, ma entrato nel negozio del barbiere trova il maresciallo Nico Giraldi (Tomas Milian) che per sfregio gli fa la pettinatura alla “Taxi Driver”; poi, dopo un lungo inseguimento, lo arresta. Nel carcere di Viterbo intanto scoppia una rivolta ed un sicario travestito da poliziotto uccide il mafioso italo-americano Giacomo La Rosa che aveva accusato il padrino di New York. Il commissario Tozzi propone a Nico di rivestire i panni di Nico il Pirata, nomignolo del nostro quando era un delinquente; Nico accetta senza troppo entusiasmo, inscena una rapina alla sala scommesse, viene arrestato e condotto in carcere.

Da qui evade grazie all’aiuto di Tozzi, che poi lo manda negli U.S.A. per indagare sul padrino. Giunto a New York, Nico adocchia don Gerolamo Giarra e per avvicinarlo diventa cameriere di un ristorante italo-americano frequentato dal boss, dove lavora Salvatore (Enzo Cannavale), un immigrato napoletano. In occasione della messa in ricordo della madre del boss, Nico sventa un attentato alla persona di questi e diventerà uno dei suoi uomini. Intanto Maria Sole Giarra (Margherita Fumero), la bruttissima figlia del Padrino, s’innamora di Nico. Nel frattempo Nico viene mandato dal boss a Las Vegas per scoprire il mandante dell’attentato.

Qui incontra Ferguson, uomo fidato di don Girolamo, e scopre a sorpresa che era stato lui a uccidere La Rosa e a pianificare l’attentato a don Girolamo stesso. Ferguson, scoperto da Nico, si suicida con l’arma del maresciallo e quest’ultimo, colto in flagrante dalla polizia vicino al cadavere del suicida, viene condannato a morte. Don Girolamo però ha contatti molto in alto e riesce ad inscenarne la morte per asfissia, per poi riaverlo al suo cospetto. Una volta riavutolo di fronte, gli dice che ha scoperto chi è realmente e che intende ucciderlo di persona. Ma Nico, grazie all’aiuto del fido Salvatore, riuscirà a salvarsi e a consegnare il boss nelle mani della giustizia.


Commento:

Squadra Antimafia è probabilmente il film più “americano” della saga del maresciallo Nico Giraldi, interpretato come sempre da Tomas Milian. Mai come in questo episodio, infatti, i fatti si svolgono in modo così ampio negli Stati Uniti: dopo un breve cappello iniziale, girato ovviamente a Roma, Nico deve operare prima a New York e poi a Las Vegas. Già nei precedenti film il maresciallo aveva fatto delle “gite fuori porta” negli States (a New York e a San Francisco), ma mai come in Squadra Antimafia l’America era stata eletta a location principale della vicenda.

Il film ad ogni modo, location particolare a parte, ricalca nel perfetto stile del poliziottesco comico di fine anni settanta il leit motif dei precedenti episodi della saga, e quindi anche qui lo spettatore potrà ammirare un Tomas Milian sempre in forma, con le sue gag trash in romanaccio (e qui anche in inglese maccheronico) e i suoi completini bizzarri (da sottolineare qui un abito in gessato con camicia rossa con un collettone fifties). Da annotare che, sebbene sulla locandina ufficiale del film compaia Bombolo, la vera spalla di Nico in questo film è interpretata da Enzo Cannavale, che poi avrà un ruolo simile nella saga di Steno di Piedone (Bud Spencer).

Da segnalare tra l’altro che, per l’oggetto trattato, il film in questione presenta dei punti di contatto con il filone political thriller dei primi anni settanta: in particolar modo, la scena dell’esecuzione mafiosa in carcere ricorda da molto vicino una sequenza identica di La polizia accusa: il Servizio Segreto uccide (Sergio Martino, 1975). A parte questo, come già anticipato, lo spettatore che si avvicina a Squadra Antimafia sa già cosa aspettarsi: l’ennesimo film della saga di Bruno Corbucci, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti.


Video:
Una scena del film.


Valutazione: 62/100


Film collegati:

Influenze:

Film ispirati:

Film simili:

Milano odia: la polizia non può sparare(1974)

La polizia accusa: il Servizio Segreto uccide (1975)

Il trucido e lo sbirro (1976)

Squadra antifurto (1976)

Squadra antiscippo (1976)

Squadra antitruffa (1977)

Squadra antigangsters (1979)

Assassinio sul Tevere (1979)

Delitto a Porta Romana(1980)

Delitto al ristorante cinese(1981)

Delitto sull’autostrada(1982)

Delitto in Formula Uno(1984)

Delitto al Blue Gay (1984)


2 commenti

Archiviato in action, comedy, italian comedy, poliziesco, poliziottesco

2 risposte a ““Squadra Antimafia” (1978)

  1. Pino

    come si chiama l’attrice che interpreta Mariasole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...