“Mondo Topless” (1966)


Mondo Topless è un film/documentario del 1966, realizzato da Russ Meyer.


Trama:

Sulle strade e sulle spiagge di San Francisco un nutrito gruppo di prosperose ragazze danzano e parlano delle loro vite.


Commento:

Russ Meyer diede alla luce questo (pseudo) documentario intitolato Mondo Topless nel 1965, per rimediare agli scarsi incassi del suo precedente Faster Pussycat! Kill Kill!, uscito nelle sale nel 1965 (che poi per ironia della sorte con il passare dei decenni verrà considerato il suo cult maggiore). Meyer utilizzò spezzoni del suo vecchio film Europe in the Raw (1963) per realizzare questo hard-discount: ci riferiamo ovviamente a quelle scene in cui il regista si lancia alla scoperta degli strip-club dei vari paesi europei (Danimarca, Francia, Germania, Belgio) e soprattutto delle relative ballerine.

In più Meyer aggiunge spezzoni nuovi con nuove ballerine in topless, tutte pronte a mostrare il proprio seno (c’è chi ce l’ha abnorme!) allo spettatore per tutta la durata della pellicola (un’ora). Inutile dire che è un prodotto calcolato per fare presa sul pubblico maschile, come ricordano a più riprese le protagoniste parlando della gelosia femminile nei loro confronti. Nonostante detto in questi termini il prodotto possa sembrare grossolano (e infatti all’uscita attirò le ire delle femministe di tutto il mondo, che vedevano in Mondo Topless l’ennesimo prodotto che mercificava il corpo femminile), in realtà Meyer riesce a dare vita ad un prodotto pop energico ed impeccabile per quanto riguarda il montaggio, grazie anche alla grinta delle protagoniste, che sembrano tutto fuorché vittime del sistema.

Con le loro danze quasi da baccanti e la loro audacia – sia nelle immagini, quanto nelle frasi che pronunciano – portano la propria femminilità all’eccesso; ed è proprio questa clamorosa esagerazione di femminilità che rende la pellicola speciale, eccessiva e visivamente potente come poche pellicole erotiche. Ovviamente la trama non esiste e la sceneggiatura (le frasi delle ragazze) sono più tese a sottolineare concetti triti e ritriti sulla sessualità piuttosto che a raccontare realmente la storia delle protagoniste, ma se lo spettatore – almeno maschio – si accontenta dell’esplosione visiva di Mondo Topless non potrà che passare una bella ora di visione.


Video:
Una scena del film.


Valutazione: 70/100


Film collegati:

Influenze:

Film ispirati:

Film simili:

Tutti quelli di Russ Meyer


1 Commento

Archiviato in documentary, erotika, exploitation, mondo, sexploitation

Una risposta a ““Mondo Topless” (1966)

  1. Geniale e ipnotico! Cult! complimenti per il blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...