“Enigma rosso” (1978)


Corri verso la morte / La morte ti viene incontro / e tutti i tuoi piaceri sono come tanti ieri.

Enigma rosso (conosciuto all’estero come Virgin Killer) è un film di Alberto Negrin, del 1978. Scritto da Massimo Dallamano per completare la cosiddetta “trilogia thriller delle studentesse” (Cosa avete fatto a Solange? del 1972 e La Polizia chiede aiuto del 1974), in seguito alla prematura scomparsa del regista (a causa di un incidente stradale) la stesura venne completata e il film venne diretto da Negrin.


Trama:

Angela, una sedicenne, viene trovata morta presso una diga, dopo essere stata violentata e barbaramente maciullata. Il Procuratore Roccaglio affida le indagini al commissario Di Salvo che, buttandosi a capofitto nel caso, come al solito diserta la propria abitazione e viene abbandonato dalla propria donna: Cristina. L’investigatore inizia le sue ricerche nel Collegio S. Teresa D’Avila, dove la vittima risiedeva e dove condivideva la propria vita con le amiche Franca, Paola e Virginia. Guardato con ostilità dalla preside e dai professori, il Di Salvo appunta i suoi sospetti su Max, un olandese che verrà ucciso. Da Emilia, la sorellina di Angela, il commissario riceve un diario e una serie di appuntamenti lo indirizza verso un atelier, diretto dal Signor Parravicino che, a sua volta, verrà eliminato. Anche Paola, una delle amiche, verrà uccisa. In quanto a Virginia, dopo un aborto clandestino, subirà un attentato e finirà in clinica; mentre Franca dopo avere rischiato di rompersi il collo cadendo da cavallo, vivrà sola e nel terrore.


Commento:

Il cadavere di una giovane ragazza bionda viene trovato sul greto di un fiume. Si capisce ben presto – anche grazie al ritrovamento del suo diario – che era invischiata in un giro di prostituzione minorile, per cui le indagini proseguono in tal senso per scoprire i veri responsabili e il mistero che si cela dietro alla sua morte. Ad una prima lettura sembrerebbe la trama di Twin Peaks, serie televisiva di inizio anni novanta diretta da David Lynch, e invece no: è l’incipit di Enigma rosso, giallo/thriller italiano (ma girato in Spagna) che lo anticipa di più di un decennio.

Alberto Negrin non fa un lavoro malvagio alla regia, sebbene il suo prodotto risulti veramente troppo derivativo da Cosa avete fatto a Solange?La polizia chiede aiuto, i due film di Massimo Dallamano riguardanti la prostituzione minorile che erano usciti negli anni precedenti (anche il protagonista, un Fabio Testi in buona forma, è lo stesso del primo capitolo della trilogia nel quale ricopre un ruolo simile – in Solange professore sospettato e interessato ad indagare, qui commissario di polizia). L’atmosfera creata da Negrin è morbosa al punto giusto, ulteriormente valorizzata dalla location nella quale si svolge gran parte dei fattacci (un collegio femminile “rispettabilissimo” – in realtà “basta che si paga la profumatissima retta”) e dalle numerose scene exploitation in cui la mpd insiste sulle grazie delle giovani studentesse (una su tutte, quella nelle docce dello spogliatoio della palestra del collegio – una reminiscenza di Carrie, Brian De Palma, 1976).

Non manca qualche citazione dai classici del giallo nostrano: l’occhio in primissimo piano che osserva le giovani vittime è una citazione di Dario Argento, le biglie che rotolano giù dalle scale di Mario Bava (Cinque bambole per la luna d’agosto, 1970). Enigma rosso viene ricordato anche per alcune caratteristiche peculiari: la singolare arma del primo delitto (in realtà casuale), ovvero un enorme dildo di legno; il colpo di scena finale nel quale il commissario scopre che i responsabili degli omicidi (realizzati e tentati) sono i due personaggi più “al di sopra di ogni sospetto” (il suo superiore e una bambina, sorella della prima vittima); la bizzarra scena in cui il commissario, per far confessare un sospetto, lo porta a fare un giro sull’ottovolante, riuscendo così a terrorizzarlo e a fargli spifferare tutto.


Video:
Film completo.


Valutazione: 70/100


Film collegati:

Influenze:

Film ispirati:

Film simili:

Cosa avete fatto a Solange? (1972)

La Polizia chiede aiuto (1974)

Morte sospetta di una minorenne (1975)

A tutte le auto della Polizia (1975)

Lascia un commento

Archiviato in erotika, exploitation, italian giallo, mystery, poliziesco, thriller

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...