Sociopolitical

Per sociopolitical movies si intendono quei film che inseguono un obiettivo di critica socio-politica. Alcuni esempi di sociopolitical movies sono quelli sulla seconda guerra mondiale, sui vari golpe avvenuti nel Novecento, ed inoltre altre pellicole che mettono in risalto le contraddizioni socio-comportamentali dell’uomo cosiddetto civilizzati (e quindi molti mondo movies e talvolta persino cannibal movies) e thriller che trattano di cospirazioni politiche volte al controllo o al ribaltamento dell’ordine prestabilito (come per esempio The Ghost Writer, Roman Polanski, 2010).

"The Ghost Writer" (2010)


Political Thriller

Il filone più rilevante all’interno della categoria di sociopolitical movies è quello, nato in Italia negli anni Sessanta e poi sviluppatosi in modo minore anche nel resto del mondo, del political thriller. In questo genere di film c’è quasi sempre un protagonista positivo che si batte contro la corruzione delle istituzioni statali. Spesso il thriller politico italiano denuncia un rapporto di corruzione e collaborazione tra gli organi statali (il governo, la polizia) con organizzazione di criminalità organizzata (mafia, cellule terroristiche). Talvolta vi sono scene in cui vengono eliminati fisicamente magistrati, giudici, poliziotti onesti, figure politiche dell’opposizione. Il più delle volte si respira un’aria di mistero, omertà ed ineluttabilità. Il massimo interprete di questo genere fu l’eclettico attore Gian Maria Volonté, protagonista in molti film di questo particolare filone, con risultati sempre eccellenti.

"Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto" (1970)


Filmografia essenziale:

(★ = film must del genere)


>> Sociopolitical movies recensiti su B-Movie Zone.

>> Political Thriller recensiti su B-Movie Zone.