Archivi tag: atelier

“Sette scialli di seta gialla” (1972)


Sette scialli di seta gialla (conosciuto all’estero come The Crimes of the Black Cat) è un film del 1972, diretto da Sergio Pastore. Il titolo del film deriva dallo scialle giallo che viene consegnato ad ogni vittima designata poco prima di essere assassinata. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in exploitation, horror, italian giallo, krimi, mystery, psychedelic, thriller

“Sei donne per l’assassino” (1964)


Sei donne per l’assassino è un film del 1964, diretto da Mario Bava; uscì negli USA come Blood and Black Lace, in Francia come Six femmes pour l’assassin e in Gran Bretagna come Six Women for the Murderer. Si può considerare il film più importante degli anni sessanta per i successivi due decenni per quanto riguarda il cinema italiano di genere: è infatti il film con cui Bava codifica per primo le regole del giallo all’italiana, filone poi reso noto al grande pubblico dalle pellicole di Dario Argento. Oltre a essere il capostipite del filone, nonostante tutte le imitazioni rimane ancora oggi una delle pellicole più valide del filone. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in italian giallo, krimi, mystery, thriller

“Il Rosso Segno della Follia” (1970)


Pur essendo considerato un film minore nell’opera di Mario Bava (rispetto ai suoi capolavori conclamati quali La Maschera del Demonio, La Ragazza che sapeva troppo, Sei Donne per l’Assassino, Operazione Paura, Reazione a Catena, Cani Arrabbiati, che sono fondamentalmente film che fondano o modificano in maniera significativa un genere cinematrografico, in Italia o nel mondo intero), Il Rosso Segno della Follia (conosciuto anche con il titolo Un’Accetta per la Luna di Miele, da cui il titolo statunitense Hatchet for the Honeymoon) è un film elegante, visionario e gradevole nella visione, ben al di sopra al livello medio di molti registi della sua epoca. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in black comedy, drama, fantasy, gothic, horror, mystery, thriller

“Perché quelle strane Gocce di Sangue sul Corpo di Jennifer?” (1972)


Il regista barese Giuliano Carnimeo è maggiormente noto al pubblico per i suoi spaghetti western che altro, ma Perché quelle strane gocce di sangue sul corpo di Jennifer? (conosciuto all’estero come The Case of the Bloody Iris) è un ottimo prodotto del filone giallos all’italiana, che si piazza a conti fatti tra Sergio Martino (Lo strano vizio della signora Wardh, 1971) e Mario Bava (Sei Donne per l’Assassino, 1964), con citazioni floreali di Umberto Lenzi (Sette Orchidee Macchiate di Rosso, 1971) ed anticipando in qualche modo il migliore Andrea Bianchi (Nude per l’Assassino, 1975).

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in crime, erotika, italian giallo, mystery, poliziottesco, thriller

“Nude per l’Assassino” (1975)


Quello che Andrea Bianchi fece fondamentalmente per realizzare Nude per l’Assassino (conosciuto all’estero come Strip Nude for your Killer), fu di prendere ispirazione da due must del giallos all’italiana, Sei Donne per l’Assassino (Mario Bava, 1964) e Cosa avete fatto a Solange? (Massimo Dallamano, 1972) e di unire le due trame in un vortice di morte e perversione, raggiungendo in questo modo l’apice di exploitation visto in una pellicola del genere. Il gradimento del risultato dipende dall’occhio dello spettatore: film cult per chi mastica quotidianamente giallos all’italiana, probabilmente spazzatura trash per chi non ha domestichezza con il genere. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in erotika, exploitation, italian giallo, mystery, slasher, thriller