Archivi tag: collegio

“Aenigma” (1987)


Aenigma è un film del 1987, diretto da Lucio Fulci. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in horror, trash

“Phenomena” (1984)


Phenomena (conosciuto all’estero come Creepers) è un film di Dario Argento del 1984. Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in horror, italian giallo, mystery, splatter, thriller

“Enigma rosso” (1978)


Corri verso la morte / La morte ti viene incontro / e tutti i tuoi piaceri sono come tanti ieri.

Enigma rosso (conosciuto all’estero come Virgin Killer) è un film di Alberto Negrin, del 1978. Scritto da Massimo Dallamano per completare la cosiddetta “trilogia thriller delle studentesse” (Cosa avete fatto a Solange? del 1972 e La Polizia chiede aiuto del 1974), in seguito alla prematura scomparsa del regista (a causa di un incidente stradale) la stesura venne completata e il film venne diretto da Negrin. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in erotika, exploitation, italian giallo, mystery, poliziesco, thriller

“Picnic at Hanging Rock” (1975)


“C’è un tempo e un luogo giusto perché qualsiasi cosa abbia principio e fine…”

Nel 1968, alla sua uscita, il film Picnic at Hanging Rock (tradotto nella versione italiana con il fedele Picnic ad Hanging Rock), prendendo le mosse dal romanzo omonimo della scrittrice Joan Lindslay, portò all’attenzione mondiale il cinema australiano consacrando il regista Peter Weir come un maestro di stile ed atmosfera. Picnic at Hanging Rock infatti negli anni ha acquisito lo status di cult, essendo considerato uno dei capolavori del cinema sperimentale. Pur presentando in realtà una narrazione non sempre avvincente e mancando – per scelta del regista stesso – di una conclusione definita (si tenga conto dell’importanza del finale in un film thriller/mystery), Picnic at Hanging Rock supplisce le sue mancanze grazie ad un’atmosfera al tempo stesso sognante e misteriosa, e rapisce lo spettatore con le sue immagine vellutate. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in drama, experimental, mystery, psychedelic, thriller

“Nude… si muore” (1968)


Sebbene dal titolo, Nude… si muore abbia tutta l’aria di essere uno di quei tipici thriller all’italiana in cui il regista, per non scontentare nessuno, cade nell’exploitation gratuito (e talvolta ben fatto) alternando nudi femminili ad omicidi cruenti, non bisogna cadere nel tranello: in realtà il film che Antonio Margheriti (da un’idea del maestro Mario Bava) realizzò nel 1968 non fa leva né sugli uni (i nudi), né sugli altri (gli omicidi). Nude… si muore è sì uno dei primi esempi di giallos italiano ma, sebbene la vicenda si snodi attraverso vari delitti, essi non sono più di tanto violenti (né palesemente mostrati al pubblico); inoltre, pur essendo ambientato in un collegio femminile, non vi è modo di assistere praticamente ad alcuna scena in grado da appiccicare al film l’etichetta di “pellicola (parzialmente) erotica”. Quello che rimane è un discreto giallo in salsa pop, nel quale si alternano scene thrilling e momenti quasi da commedia. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in italian giallo, mystery, thriller

“Cosa avete fatto a Solange?” (1972)


Con Cosa avete fatto a Solange? (What have you done to Solange?) il regista milanese Massimo Dallamano inizia la sua cosiddetta “trilogia delle studentesse”, che continuerà poi con La Polizia chiede aiuto (1974) ed Enigma Rosso (1978). Il film, a detta della critica il più riuscito della trilogia, è vagamente ispirato ad un romanzo di Edgar Wallace intitolato The clue of the new pin. Le riprese sono state fatte a Londra nel giro di sei settimane nel 1971. E’ considerato uno degli ultimi krimi realizzati, nonché uno degli esempi meglio riusciti di giallo all’italiana (italian giallos). Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in erotika, italian giallo, krimi, mystery, thriller

“Les Diaboliques” (1955)


Les Diaboliques (tradotto in Italia come I Diabolici) uscì in Francia alla metà degli anni Cinquanta e al giorno d’oggi è considerato uno dei primi thriller moderni della storia del cinema, per la sua atmosfera opprimente di mistero, la presenza di un delitto e diversi espedienti che anticipano di qualche anno alcuni cliché del nascente filone horror-thriller. Pressoché tutti gli esperti del genere riconoscono che il capolavoro di Clouzot influenzò notevolmente alcuni tra i maggiori film di crimine e di mistero che lo seguirono da lì a pochi anni, tra i quali Psycho (Alfred Hitchcock, 1960) e What ever happened to Baby Jane? (Robert Aldrich, 1962). In effetti Les Diaboliques, sebbene c’è il rischio che ad uno spettatore dei giorni nostri, ormai abituato ai trucchetti del genere e all’espediente ormai abusato del finale a sorpresa, possa fare meno effetto, mantiene ancora oggi il suo fascino, per merito dell’abilità di un regista del calibro di Clouzot, il quale evolve e smonta a poco a poco la trama con supposizioni, illusioni e inganni. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in drama, horror, mystery, thriller